Skip to content

A scuola da Aspasia: uomini e donne tra retorica e politica nell'Atene del V secolo a.C.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
1) Egli esclude che Aspasia sia stata giudicata sulla base del decreto di Diopite che colpiva , come abbiamo visto, i casi di comportamento irreligioso 47 , per due ragioni. Da una parte, chi intentava un'accusa che non venisse poi confermata dai tribunali si esponeva ad una forte multa, e, in caso di insolvenza, alla pena dell'atimìa 48 (perdita dei diritti politici), e non risulta che Ermippo sia incorso in questa punizione, pur essendo stata assolta Aspasia. Dall'altra,egli argomenta, il decreto di Diopite era inapplicabile ai meteci residenti in Atene poiché l'accusa di non credere negli dei della città non poteva essere rivolta a persone non tenute al culto degli dei poliadi. Egli rifiuta anche di considerare reale l'accusa di proagogheia, in quanto tutte le testimonianze concordano nel riferire un rapporto particolarmente felice e passionale tra lei e Pericle 49 , difficilmente conciliabile con un giro di prostituzione a casa dello statista orchestrato dalla milesia. 2) Montuori ritiene invece che il reato contestato ad Aspasia fosse quello di medismo, ossia cospirazione politica a favore della Persia, nel tentativo di instaurare in Atene un clima favorevole al ritorno della tirannide.L'affluenza in Atene e la benevola accoglienza che Pericle assicurava a personaggi come Anassagora di Clazòmene, Damone di Oa, Protagora di Abdera, Erodoto di Alicarnasso, Ippocrate di Cos, Parmenide e Zenone di Elea, Prodico di Ceo, Ippia di Elide, Ippodamo e Aspasia di Mileto, lasciava perplessi i cittadini-opliti della classe media, i veri protagonisti delle guerre persiane che impersonavano i valori civici di Maratona e Salamina; essi vedevano ora abbassarsi il livello di diffidenza e aumentare la curiosità verso un ambiente geograficamente e culturalmente più vicino al nemico, portatore di idee nuove, cosmopolite, ma politicamente sospette. 3) La dottrina di Anassagora (monismo) sulla supremazia di un solo ente, il Nous, come principio ordinatore di tutto l'universo, poteva sembrar giustificare l'azione politica di Pericle come l'azione di uno solo, anche se conoscitore del bene del popolo, e attirargli l'accusa di tirannide. Aspasia non viveva reclusa nei recessi dell'oikos, ma frequentava e promuoveva riunioni dove si discuteva di politica e di retorica 50 .Protagora, avendo ricevuto da Pericle l'incarico di redigere la legislazione per la colonia panellenica di Thurii, si sarebbe ispirato ad una costituzione di origine aristocratica. 51 Damone, musico, retore e stretto consigliere politico di Pericle, fece erigere un Odeon dalla forma
Anteprima della tesi: A scuola da Aspasia: uomini e donne tra retorica e politica nell'Atene del V secolo a.C., Pagina 13

Preview dalla tesi:

A scuola da Aspasia: uomini e donne tra retorica e politica nell'Atene del V secolo a.C.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gabriella Freccero
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia
  Relatore: Serena Salomone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 164

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

retorica
storia greca
storia antica
aspasia di mileto
pericle
atene

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi