Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lasik nel trattamento dell'ipermetropia. Aspetti clinici e medico-legali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 particolarmente adese le une alle altre; la membrana cellulare di queste cellule presenta, infatti, numerose interdigitazioni profonde e desmosomi. Le cellule superficiali contengono nel citoplasma pochi organuli mentre sono bene rappresentati filamenti intermedi e glicogeno; sulla superficie oltre a desmosomi e ad altri tipi di giunzioni sono presenti microvilli e micropliche sormontati da sottilissimi filamenti che partecipano alla formazione dello strato mucoso del film lacrimale. La zona giunzionale è costituita dalla membrana basale epiteliale e dalla membrana di Bowman. La membrana basale dell'epitelio è formata da uno strato traslucente (lamina lucida) di 23 nanometri di ampiezza al di sotto dell'epitelio e da una parte più spessa (48 nanometri), densa al microscopio elettronico chiamata lamina densa. Sottili filamenti (filamenti di ancoraggio) legano le cellule basali epiteliali, attraverso la lamina lucida, alla lamina densa. Quest'ultima è collegata attraverso il collagene della membrana di Bowman, per mezzo di fibrille di ancoraggio, al sottostante tessuto connettivo. La membrana di Bowman, che nell'uomo ha uno spessore di circa 12 micron, esiste solo in pochi altri vertebrati oltre all'uomo ed ai primati, ma è invece presente in alcuni uccelli e rettili. La superficie anteriore di questo strato è rivolta verso la membrana basale dell'epitelio e si presenta liscia e levigata, mentre la porzione posteriore continua e si fonde con lo stroma sottostante. In periferia lo strato di Bowman diventa più sottile e meno denso. Le fibrille di collagene di questo strato hanno un diametro inferiore, sono disposte casualmente e meno strettamente unite rispetto a quelle stromali. Lo stroma corneale ha uno spessore di circa 500 micron, rappresentando il 90% dell'intera cornea; è formato da lamelle collagene e fibroblasti chiamati cheratociti che occupano circa il 2.5% di tutto lo spessore stromale. La cornea contiene da 250 a 350 lamelle, che sono parallele rispetto alla superficie corneale. La porzione più superficiale di stroma contiene lamelle disposte

Anteprima della Tesi di Diana Bonuccelli

Anteprima della tesi: Lasik nel trattamento dell'ipermetropia. Aspetti clinici e medico-legali, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Diana Bonuccelli Contatta »

Composta da 81 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4207 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.