Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione del linguaggio pubblicitario della Barilla (dal 1910 al 2001)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO 1 IL LINGUAGGIO DELLA PUBBLICITA’: L’ARTE DEL COMUNICARE Il linguaggio ha un ruolo primariamente funzionalistico, che è quello di trasmettere gli elementi del contenuto. In altri contesti alla parola si chiede qualcosa di diverso, tipo di essere superiore rispetto alla semplice specificazione di un significato: di essere “bella”, “efficace”, di assumere un significato che deve essere percepito attraverso i propri sensi oltre che dall’intelletto. Ed è proprio in questa ottica, s’introduce il linguaggio pubblicitario, per le sue finalità persuasorie e laudative, per la necessità di far sì che il messaggio colpisca l’attenzione dell’ascoltatore, si faccia percepire, risulti allettante ed “impattante”.

Anteprima della Tesi di Giuseppe Dicorato

Anteprima della tesi: L'evoluzione del linguaggio pubblicitario della Barilla (dal 1910 al 2001), Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe Dicorato Contatta »

Composta da 315 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12846 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 45 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.