Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione del linguaggio pubblicitario della Barilla (dal 1910 al 2001)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

descritta attraverso le sue opere, in cui si denotano la creatività, l’innovazione e l’utilizzo di metafore visivo-verbali che riescono a comunicare il messaggio al pubblico, in maniera forte. Questo fino alla fine degli anni cinquanta, cioè fino alla nascita del cinema e della TV. Nell’undicesimo capitolo, infatti, si analizzano le prime pubblicità cinematografiche firmate da autori quali Paul Bianchi e Giulio Graniti. Quest’ultimo, in collaborazione con Emanuele Luzzati, ha realizzato il primo spot animato dell’era Barilla: la “Tarantella di Pulcinella”, un cartoon dalle immagini al quanto grossolane ma che esprimono il messaggio in maniera chiara e semplice. Si arriva così alla TV: 3 febbraio 1957 è la data della sua nascita. Barilla sfrutta in pieno il mezzo: prima con il Carosello, poi con l’utilizzo per la prima volta dei testimonial (da Albertazzi a Dario Fo a Mina), Barilla conosce uno dei periodi di massimo splendore. Anche se poi, la troppa popolarità della cantante Mina, rischiava di distogliere i consumatori dal prodotto (cosiddetta IMMAGINE VAMPIRA) i quali rimanevano affascinati solo dalle sue performance (capitolo dodicesimo). Nel tredicesimo capitolo, si analizza il periodo che va dal 1979 al 1985: dopo la breve parentesi americana

Anteprima della Tesi di Giuseppe Dicorato

Anteprima della tesi: L'evoluzione del linguaggio pubblicitario della Barilla (dal 1910 al 2001), Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe Dicorato Contatta »

Composta da 315 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12846 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 45 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.