Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Qualità dell'e-learning. Esperienze italiane e buone pratiche internazionali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO 1 SCOPRENDO L’ E-LEARNING 1.1 E-Learning: un passo in più verso la formazione continua E’ ormai opinione condivisa che la società in cui viviamo richieda agli individui una flessibilità (intesa come capacità di adattamento e cambiamento) sempre maggiore sia dal punto di vista dei comportamenti professionali che da quello dell’acquisizione e dell’applicazione delle conoscenze. Il nostro rapporto con la conoscenza sta radicalmente cambiando: la velocità con cui un’informazione diviene obsoleta e l’estensione delle nostre capacità cognitive che le nuove tecniche informatiche ci permettono, rappresentano un mutamento di cui dobbiamo assolutamente prendere coscienza e tener conto 1 . La possibilità di gestire efficacemente i compiti, gli imprevisti e le incombenze quotidiane, soprattutto in ambito lavorativo, dipende sempre più dalla nostra attitudine a reperire informazioni adatte o di rielaborarle a nostro favore, dalla nostra capacità di gestire la conoscenza e i processi per acquisirla. L’intermediario fra noi ed il sapere, che ci permetteva di avere le informazioni belle e pronte e ci indicava cosa era importante conoscere e cosa no, sta lasciando sempre più spazio al processo che Levy 1 definisce di “disintermediazione”, di libertà di accesso diretto alle fonti. Di qui la necessità costante di abilità e competenze nel rapporto con l’informazione ai sui vari livelli (acquisizione, manipolazione, elaborazione…) che implica una basilare predisposizione al cambiamento, alla ridefinizione delle coordinate di riferimento senza, però, perdere l’orientamento. 1 Pierre Levy, Evoluzione del concetto di sapere nell’era telematica, reperibile al sito http://www.mediamente.rai.it/biblioteca/allbio.asp nella sezione dedicata a Levy

Anteprima della Tesi di Simone Costa

Anteprima della tesi: Qualità dell'e-learning. Esperienze italiane e buone pratiche internazionali, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Simone Costa Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3382 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.