Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Qualità dell'e-learning. Esperienze italiane e buone pratiche internazionali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Scoprendo l’e-learning A questo punto ci si trova di fronte ad una svolta che richiede di promuovere la formazione on line partendo da stimolanti programmi di alfabetizzazione informatica in sede scolastica e continuando con la ricerca di efficaci modalità di integrazione tra percorsi formativi tradizionali e di nuova generazione. Non va dimenticata l’esigenza di formare personale specializzato che sia in grado di associare, alle conoscenze tecniche, delle competenze pedagogiche che gli permettano di fornire una preparazione ed un servizio realmente significativi per l’iter formativo dei discenti con i quali lavora. Fattore comune di questi processi, che dovranno essere attivati all’interno di un progetto lungimirante e di ampio respiro, dovrà essere la ricerca di una qualità che non venga boicottata dal facile entusiasmo per le molteplici potenzialità delle nuove tecnologie. La proposta formativa in rete, che negli ultimi anni ha conosciuto uno sviluppo pionieristico e spesso incontrollato, sta pian piano subendo un ridimensionamento secondo principi darwiniani: ora è il momento di inserire la discriminante della qualità per evitare il rischio che la selezione avvenga in base a valori poco significativi (es. capacità di pubblicizzare bene un prodotto che in realtà offre ben poco). Per fare questo è necessario analizzare attentamente le possibilità che l’e-learning offre in una società come la nostra, senza dimenticare di interrogarsi sulle possibili controindicazioni e degenerazioni che potrebbero verificarsi. 1.2 Perché l’e-learning? Esistono, dunque, le condizioni per l’uso della formazione on line come ausilio principale al lifelong learning. L’e-learning, infatti, risponde a delle precise esigenze economiche, lavorative, sociali e metodologiche che fin’ora avevano influenzato non poco l’effettivo sviluppo di progetti e aspirazioni di formazione continua, sia a livello istituzionale che aziendale e individuale. Gli ambiti che, in questo senso, suggeriscono una maggior efficienza ed efficacia dell’e- learning rispetto a metodi diversi o di generazione precedente sono molteplici. Dai tempi di utilizzo ai costi da sostenere, dalle metodologie di insegnamento a quelle di apprendimento: tutte aree nelle quali l’e-learning riesce a fare la differenza .

Anteprima della Tesi di Simone Costa

Anteprima della tesi: Qualità dell'e-learning. Esperienze italiane e buone pratiche internazionali, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Simone Costa Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3382 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.