Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aspetti territoriali dell'innovazione tecnologica nell'industria italiana

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 contrario, le regioni meridionali hanno una capacità autonoma di generare innovazioni molto limitata. Nella parte conclusiva del capitolo, infine, si sottolinea come la principale causa di questo squilibrio territoriale, sia stata l’assenza di una politica industriale incisiva, volta a favorire la diffusione delle attività innovative dalle aree più sviluppate del paese a quelle marginali e depresse. Nel III capitolo la trattazione assume una connotazione più ampia, nel senso che si allarga l’orizzonte territoriale di riferimento per osservare il grado d’innovatività dell’Italia nel contesto internazionale. A tal fine, per misurare la performance tecnologica dei paesi si utilizzano tre indicatori: l’intensità relativa delle spese per ricerca e sviluppo (R&S/Pil), i brevetti ed il commercio internazionale di prodotti ad alta tecnologia. Confrontando i dati dei vari paesi, relativi ai livelli di spesa per R&S in percentuale del prodotto interno lordo, si è visto che i valori dell’Italia sono inferiori a quelli osservati nei maggiori paesi OCSE. Conferme del ritardo si ricavano anche dalle analisi dei brevetti e del commercio mondiale dei prodotti high-tech, che rilevano la tendenza per l’Italia ad accentuare la specializzazione nei settori caratterizzati da tecnologie mature, in cui era già largamente presente all’inizio degli anni settanta. Per spiegare le ragioni della diversità tecnologica tra i paesi si espongono le due teorie principali che hanno acceso un ampio dibattito nella letteratura: quella neoclassica e quella schumpeteriana.

Anteprima della Tesi di Gino Corrente

Anteprima della tesi: Aspetti territoriali dell'innovazione tecnologica nell'industria italiana, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gino Corrente Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4669 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.