Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'auditing dei sistemi informativi con la metodologia CobiT 3. Il caso Olivetti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Tesi di Laurea di Giulio Saitta: “L’Auditing dei sistemi informativi con la metodologia CobiT 3. Il caso Olivetti.” 11 ™ il parere in merito alle deroghe ai principi di valutazione in casi eccezionali, data la mancata applicazione per le società quotate, dell’art. 2429, comma 2, del codice civile, sancita dall’art. 154 del nuovo testo unico; ™ i pareri relativi alla capitalizzazione dei costi di impianto e di ampliamento, dei costi di ricerca sviluppo e pubblicità, nonché sulla iscrizione nell’attivo del bilancio dell’avviamento eventualmente acquisito dalla società a titolo oneroso (art. 2426 del codice civile, commi 5 e 6); ™ il parere sulla deliberazione del Consiglio d’Amministrazione e sul prospetto contabile redatto dagli amministratori stessi in merito alla situazione contabile della società all’atto della distribuzione di acconti su dividendi (art. 2433-bis del codice civile); ™ nei conferimenti di beni in natura o di crediti nella costituzione della società, il controllo entro sei mesi dalla costituzione, delle valutazioni contenute nella relazione giurata dell’esperto designato dal Presidente del Tribunale; ™ il parere in merito alla congruità del prezzo di emissione delle azioni, nel caso in cui la società proponga un aumento di capitale sociale con esclusione o limitazione del diritto d’opzione. Ciò non significa che il Collegio non debba ugualmente esprimere, all’Assemblea convocata annualmente per l’approvazione del Bilancio, un proprio parere o esprimere proposte in merito al Bilancio e alla sua approvazione, ma semplicemente che i contenuti della relazione stessa debbano risultare parzialmente difformi da quelli sino ad oggi utilizzati dai sindaci nelle relazioni ai bilanci. Nella loro relazione, con l’entrata in vigore del T.U. 58/1998, i sindaci delle società quotate evidenziano all’Assemblea: 1. i risultati dell’attività di vigilanza svolta ai sensi dell’art. 149 e le eventuali irregolarità riscontrate; 2. eventuali rilevanti omissioni o irregolarità da parte degli amministratori, riscontrate nell’ambito delle informazioni periodiche che gli amministratori sono tenuti a fornire ai sindaci, ai sensi dell’art. 150 comma 1, rilevate in base alle apposite segnalazioni della società di revisione, o rilevate direttamente dai sindaci avvalendosi dei poteri propri del Collegio statuiti dall’art. 151, comma 1;

Anteprima della Tesi di Giulio (Cesare Riccardo) Saitta

Anteprima della tesi: L'auditing dei sistemi informativi con la metodologia CobiT 3. Il caso Olivetti, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giulio (Cesare Riccardo) Saitta Contatta »

Composta da 275 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7398 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.