Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il dolo del tentativo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 potrebbe non sfociare in un evento dannoso nel caso in cui un terzo attento tolga il veleno dal tavolo. Secondo questa teoria il tentativo concernerebbe l’elemento materiale e non quello psicologico: l’azione dell’esempio è colposa in quanto potrebbe produrre la morte di uno dei figli se un terzo attento non impedisse il verificarsi dell’evento. Secondo i sostenitori di queste teorie il ritenere il tentativo solamente doloso, sembrerebbe frutto di una concettualizzazione ormai consolidata non ponendosi ostacoli sul piano logico alla incriminazione di una condotta colposa che per un caso non produca l’evento. Seppure sul piano logico sembra non possano muoversi critiche, è indiscutibile che l’ostacolo posto dalle previsioni legislative (art 56 c. p. e art. 42 comma 2° c. p. ) sia insormontabile e che quindi si possa affermare che, in base alle attuali previsioni del nostro codice, il titolo di responsabilità previsto per il delitto tentato sia il dolo.

Anteprima della Tesi di Fabrizio Pellegrino

Anteprima della tesi: Il dolo del tentativo, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Fabrizio Pellegrino Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7119 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 31 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.