Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il margine di solvibilità ed il risk based capital nel controllo della solvibilità delle imprese di assicurazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 3 77 A = è la griglia delle diverse percentuali applicabili in base alla durata della copertura assicurativa. 0.1%, 0.15%, 0.3%. R. M. = riserve matematiche C. S. R. = capitali sotto rischio Non sono comprese tra i rami vita le assicurazioni infortuni e malattia complementari per le quali espressamente il D. Lgs n. 174 del 1995 dice di far riferimento per il calcolo del Margine di Solvibilità ai criteri usati per i rami danni. Limiti al Margine di Solvibilità per il ramo vita 19 Limiti subito riscontrabili da una prima analisi del metodo di calcolo in analisi, sono il fatto che sia ancorato ad aliquote rigide che non tengono in considerazione la composizione qualitativa e quantitativa del portafoglio dell’impresa d’assicurazione. Vengono così maggiormente danneggiate le imprese di grandissime dimensioni per le quali, dalla nota regola della legge dei grandi numeri, si sa che all’aumentare dei premi incassati e del numero degli assicurati, decrescono i rischi connessi allo scostamento tra le basi demografiche adottate e la mortalità effettiva. Allo stesso modo, lo sono danneggiate le imprese d’assicurazione in fase di avvio, per le quali è fisiologico nei primi tempi di costituzione del portafoglio, avere andamenti meno stabili (con risultati più negativi),in quanto il portafoglio è ancora in fase di costruzione e di selezione, ulteriormente aggravate da un margine più elevato. Inoltre, l’avere un’aliquota del 4% sulle riserve matematiche che può variare solo in funzione della durata delle coperture assicurative, è limitativa del contesto odierno in cui sono allocati i prodotti assicurativi. 19 Di recente è stata emanata la direttiva 2002/12 del 5 marzo 2002, che modifica in parte i valori per il calcolo del Margine di Solvibilità, cercando di eliminare i limiti della formula attuale. Questa entrerà a regime solo dal 1gennaio 2004. Di ciò se ne parlerà nei prossimi paragrafi.

Anteprima della Tesi di Alfredo Mokole

Anteprima della tesi: Il margine di solvibilità ed il risk based capital nel controllo della solvibilità delle imprese di assicurazione, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative

Autore: Alfredo Mokole Contatta »

Composta da 259 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6140 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.