Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo dell'organo di revisione negli enti locali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 programma, si può procedere al controllo e monitoraggio dell’azione amministrativa 3 . Da ciò si deduce che, mentre nelle aziende private la programmazione risulta opportuna, in quelle pubbliche tale programmazione è prioritaria: non esiste possibilità di verifica, se non esiste un’azione pianificatrice condotta razionalmente da parte dell’ente. Il controllo economico, ai sensi della L.n.142/90, art.57, viene precisato per quanto riguarda la relazione del Collegio dei revisori al conto consuntivo, esponendo, per quanto possibile, formulazioni critiche ma anche propositive che tendono a perseguire principi di efficienza e produttività della gestione. Questa norma si ricollega inoltre alla relazione che deve redigere la giunta comunale o provinciale, prevista dall’art.55 3 Daccò-Zito, Raccolta coordinata e norme per l’attività finanziaria e gestionale degli enti locali, Editrice CEL, 2000.

Anteprima della Tesi di Marianna Guadagno

Anteprima della tesi: Il ruolo dell'organo di revisione negli enti locali, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marianna Guadagno Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9794 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 43 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.