Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Innovazioni tecnologiche, marketing e turismo. Il sito web del Tirolo austriaco

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

affinare maggiormente la definizione di turismo, possiamo citare innanzi tutto quello di C. Kaspar: “insieme dei rapporti e dei fenomeni derivanti dal viaggio e dal soggiorno delle persone, per le quali il luogo di soggiorno non è ne’ residenza principale e duratura, ne’ luogo di lavoro abituale”; 4 lo spostamento e il soggiorno sono sempre fondamentali per giustificare il turismo, ma C. Kaspar vi ricollega tutte le attività quali il trasporto, il pernottamento, il commercio o l’animazione che ne derivano. S. Kalfiotis, specialista di economia turistica ad Atene, puntualizza ancora che, il turismo è “il movimento temporaneo di persone che si spostano, individualmente o in gruppo, dal loro domicilio verso un altro luogo, semplicemente per il loro piacere o per la soddisfazione di interessi morali o di necessità intellettuali, provocando così la creazione di attività economiche”; 5 le motivazioni che vengono palesate sono sia quelle relative al piacere (che è molto ampio) che agli “interessi morali” (pellegrinaggi) o alle “curiosità intellettuali” come le città d’arte o la scoperta di ambienti naturali originali. Ma ora addentriamoci nel fenomeno del turismo dal punto di vista storico. Non è facile stabilire con esattezza la data d’inizio del turismo, dato che molti viaggi effettuati nell’antichità e nel periodo medievale non possono considerarsi turistici in senso moderno in quanto privi dei fondamentali requisiti del diporto o dell’interesse culturale. Un tempo si viaggiava per affari, per motivi diplomatici o per fare delle guerre: non si possono quindi identificare come turisti ne’ Marco Polo ne’ Cristoforo Colombo, ne’ tanto meno Annibale, Giulio Cesare o Attila. 4 C. Kaspar, Le tourisme objet d’étude scientifique, in « Revue du tourisme », n.4, 1975. 5 S. Kalfiotis, Introduction à la théorie du tourisme, Athènes, 1972.Dello stesso autore, Une théorie de l’évolution du tourisme, in « Espaces » , n. 25, 1976.

Anteprima della Tesi di Daniela Minudel

Anteprima della tesi: Innovazioni tecnologiche, marketing e turismo. Il sito web del Tirolo austriaco, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Daniela Minudel Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7470 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.