Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dal documento cartaceo al documento informatico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Alla forma scritta si associa poi automaticamente il concetto di carta, la quale è stata, per secoli, il supporto più utilizzato. Il documento cartaceo, infatti, garantisce il rispetto di alcuni presupposti che consentono di ritenerlo sicuro; permette di indicare l’imputabilità dello stesso in capo ad un soggetto, sostanzialmente mediante l’uso della sottoscrizione, nonché di garantire la sua integrità e cioè che non abbia subito manomissioni dal momento della sua creazione. La sottoscrizione è l’elemento fondamentale, non è infatti duplicabile né riutilizzabile, in quanto non può essere separata dal supporto dove è scritta. La situazione appena esaminata, rimasta inalterata per secoli, comincia a vacillare di fronte al repentino svilupparsi delle tecnologie informatiche. L’elaboratore elettronico è infatti in grado di documentare e archiviare i fatti e gli atti giuridici attraverso la nuova forma del documento informatico; esso è un insieme di dati binari (catene di 0 e 1) memorizzati attraverso l’uso di tecnologie magnetiche, magneto- ottiche o ottiche su supporti temporanei (la memoria interna di un computer) o permanenti ( disco rigido o floppy disk), modificabili o meno, e atti ad essere letti, riprodotti o decodificati (cioè trasformati

Anteprima della Tesi di Arianna Vicentini

Anteprima della tesi: Dal documento cartaceo al documento informatico, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Arianna Vicentini Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5857 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.