Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione tecnologica e organizzazione del lavoro alla Fiat Auto tra apogeo e crisi del fordismo (1971-1985)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1 INTRODUZIONE Obiettivo di questa ricerca è di fornire un contributo alla ricostruzione storica dell’evoluzione tecnologica e impiantistica nel suo intrecciarsi con i temi dell’organizzazione del lavoro fordista alla Fiat in un periodo di enormi mutamenti nei mercati e nelle relazioni industriali. Sono stati individuati ai fini della periodizzazione il 1971 e il 1985. Entrambi questi momenti presentano i germi dell’apogeo e della crisi del modello fordista. Nel 1971 la Fiat, forte del primato produttivo europeo, mette in produzione il modello «127» che rappresenta lo stadio più avanzato dell’adeguamento ai criteri fordisti classici. Ma il 1971 è anche l’anno del cristallizzarsi della rigidità operaia, il costituirsi di una sorta di potere di veto entro le officine. Nel 1985 l’avviamento dello stabilimento di Termoli 3 rap- presenta l’avviamento verso l’apogeo di un fordismo «informatizzato», l’aspirazione alla unmanned factory che ricorda certe soluzioni impiantisti- che fordiane degli anni cinquanta. Tuttavia con quelle realizzazioni inizia ir- reversibilmente la crisi del paradigma fordista evidenziandosi le contraddi- zioni tra l’adozione di complesse tecnologie di processo e un’organizzazione del lavoro inadeguata, rimasta sostanzialmente immutata. Il problema delle contraddizioni in seno al rapporto tra tecnologie e organizzazione, emerso chiaramente negli anni ottanta, era già presente tut- tavia, anche se in forme meno evidenti, sin dai primi anni settanta, solo che la risoluzione di questo contrasto era sovraddeterminata dalla ricerca di neu- tralizzazione del conflitto e delle rigidità operaia. Queste contraddizioni de- rivano dal fatto che alla Fiat l’esplosione dei tre fattori di crisi - complessità tecnologica, conflitto industriale e mutamenti nei mercati – sono compressi in un arco temporale estremamente limitato.

Anteprima della Tesi di Marcello Scipioni

Anteprima della tesi: Evoluzione tecnologica e organizzazione del lavoro alla Fiat Auto tra apogeo e crisi del fordismo (1971-1985), Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marcello Scipioni Contatta »

Composta da 178 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5356 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.