Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Economia, etica e finanza - Riflessioni su una conciliazione all'alba del III millennio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO PRIMO Etica ed economia “Il mondo è in pericolo non a causa di quelli che fanno del male, ma di quelli che guardano e lasciano fare” A. Einstein 1. Il problema Non è fuori luogo affermare che il mondo cosiddetto “sviluppato” abbia vissuto in questi mesi la sua più grave crisi d’immagine e di credibilità. La crisi è stata definita “l’11 settembre del capitalismo”, tuttavia, fortunatamente, non si tratta di una crisi mortale, perché è difficile uccidere un sistema economico in continua evoluzione e che spesso, pur subendo laceranti ferite, ha saputo risollevarsi e riacquistare fiducia anche prendendo coscienza dei suoi errori. Essi sono il risultato delle differenti disposizioni della natura umana, non sempre mossa dai suoi più nobili ideali, qualora trascuri di volgere lo sguardo alla dimensione della collettività, che dal suo comportamento viene continuamente trasformata. Il vivere in comune non costituisce un’opzione per la persona, perché la scelta non è mai tra vivere in solitudine o vivere in società, ma tra vivere in una società sorretta da certe regole, oppure da altre. La storia, però, ci dimostra con grande chiarezza che, anche qualora, con non poco sforzo, si riconoscesse la cogente necessità di queste regole, non si è ancora garantita la solidità del sistema che su di esse si fonda. Non soltanto, infatti, sarà indispensabile che esse siano effettivamente rispettate, ma debbono, primieramente, essere condivise e non coartate, essere naturalmente inscritte nella coscienza comune, perché, altrimenti, il rigetto causato sarebbe ben più devastante della loro assenza. In ogni ambito del vivere umano, ci viene continuamente richiesto di dare foggia a queste regole, alcune strettamente legate alle differenti sensibilità, altre, universalmente riconosciute. In ogni campo dell’agere, la scienza, nelle sue molteplici discipline, è chiamata ad assolvere l’arduo compito di reperire nuovi

Anteprima della Tesi di Lorenzo Pedron

Anteprima della tesi: Economia, etica e finanza - Riflessioni su una conciliazione all'alba del III millennio, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Lorenzo Pedron Contatta »

Composta da 167 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10542 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.