Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'ombra di Klaus Mann

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Il 9 novembre 1905 nasce Erika e il 18 novembre 1906 l’autore, battezzato Klaus Heinrich Thomas Mann: Klaus come il fratello gemello di Katia, Heinrich come il fratello del padre e Thomas come il padre stesso. Grazie all’attività del padre e dello zio Heinrich, entrambi scrittori affermati, Klaus respira fin dalla più tenera età l’atmosfera culturale dei salotti paterni, luoghi straordinariamente ricchi di stimoli, che contribuiscono a sviluppare precocemente la sua sensibilità e intelligenza. Thomas Mann ama leggere ai figli le proprie opere o declamare brani di poesie moderne, instillando in loro una quasi morbosa passione per la letteratura, a scapito, spesso, dei giochi comuni ai ragazzi della loro età. Impegnato, però, nella sua intensa attività letteraria, Thomas si occupò raramente dell’educazione pratica dei figli, come ricorda Klaus in Der Wendepunkt: [...] obwohl er mit uns lebte, an unserem alltäglichen Leben kaum Anteil nahm. 3 Von neun Uhr morgens bis zwölf Uhr mittags muß man sich still verhalten, weil der Vater arbeitet, und von vier bis fünf Uhr nachmittags hat es im Hause auch wieder leise zu sein: Es ist die Stunde der Siesta. Sein Arbeitszimmer zu betreten, während er dort mysteriös beschäftigt ist, wäre die gräßlichste Blasphemie. 4 3 Ivi, p.36. 4 Ivi, p.29.

Anteprima della Tesi di Katia Michini

Anteprima della tesi: L'ombra di Klaus Mann, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Katia Michini Contatta »

Composta da 121 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3384 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.