Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il concetto di guerra in Graziano e Tommaso d'Aquino

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I. Introduzione Dal giorno in cui Caino sparse per la prima volta sangue umano a quello in cui “la terra era piena di violenza” 1 ai tempi di Noè, la guerra è stata una costante della storia umana. L’11 settembre ha risvegliato il tema della guerra come mai era successo a questa generazione, forse ormai dedicata ad altri miti e dimentica dei conflitti mondiali e della minaccia della distruzione totale dell’umanità dopo Hiroshima. Come sempre è avvenuto, a resuscitare l’interesse per questo argomento è stato il timore che tornassero a incombere sul mondo occidentale, intendendo per questo in primo luogo la grande potenza America, il pericolo di un conflitto armato, che turbasse la nostra tranquillità, già scalfita negli anni ’90 con il lampo della Guerra nel Golfo e della guerra nella ex – Iugoslavia, conflitti che illusero la speranza del rafforzamento di una pace duratura nata dopo la risoluzione senza il ricorso alle armi della Guerra Fredda. Non conta se nel frattempo centinaia di conflitti, molto più devastanti delle guerre del petrolio, ma proprio perché di nessun interesse economico disdegnati dalla stampa ufficiale, continuano a mietere vittime e a distruggere interi paesi, nell’indifferenza totale di noi occidentali, che in questo senso viviamo in un universo limitato quasi quanto quello medioevale. L’11 settembre ha suscitato anche varie polemiche sul presunto carattere violento della religione islamica, nella quale tutt’ora si farebbe rivivere la guerra santa religiosa, semplice prosecuzione di un millenario dovere 1 corrupta est autem terra coram Deo et repleta est iniquitate (Genesi 6,11)

Anteprima della Tesi di Elisa Zanoli

Anteprima della tesi: Il concetto di guerra in Graziano e Tommaso d'Aquino, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Elisa Zanoli Contatta »

Composta da 210 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3082 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.