Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il venture capital per lo sviluppo delle imprese: il caso Novuspharma s.p.a.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

18 Capitolo1: venture capital e capitale di rischio nelle imprese • le suddette imprese hanno avviato piani di stock option, 11 supportati da un aumento della produttività pari al 16,5 per cento, rispetto alle imprese Fortune la cui produttività ammonta al 17,9 per cento annuo; Adoperando la terminologia americana, l’attività d’investimento istituzionale nel capitale di rischio, definita nella sua globalità, prende il nome di private equity, e a seconda della tipologia d’operatore che la pone in essere, si suddivide tra venture capital e operazioni di buy out. All’interno dell’attività svolta dal venture capital è possibile determinare due sottoclassi, che identificano a loro volta numerose tipologie di investimenti: si intende, infatti, l’attività di early stage financing per indicare il finanziamento delle imprese nei primi stadi di vita, mentre si fa riferimento all’expansion financing per segnalare gli interventi attuati in imprese ormai sviluppate e mature, che hanno bisogno di capitali per rafforzare la crescita. In Europa, per alcuni aspetti, si fa un differente uso della terminologia. In verità, se utilizzassimo la definizione americana di venture capital come attività d’investimento nelle primissime fasi dell’avvio di società non quotate e operanti in settori ad alta innovazione, la presenza del venture capital in Europa sarebbe limitata fino ai tempi più recenti. L’attività di finanziamento, indipendentemente dalla fase del ciclo di vita delle imprese, viene generalmente individuata come un sottoinsieme del più ampio settore del “merchant banking”, inteso come insieme di attività di investimento e di consulenza poste in essere da operatori finanziari a diretto supporto dell’attività d’impresa. 11 Il meccanismo delle stock option si basa sull’attribuzione a particolari categorie di dipendenti, che generalmente ricoprono posizioni di vertice, del diritto di opzione sull’acquisto di azioni emesse dalla società presso la quale prestano la propria opera. Il principale obiettivo di questo strumento è quello di rafforzare il vincolo di fedeltà di determinate categorie di dipendenti nei confronti della loro azienda, mettendo in relazione la loro retribuzione con l’andamento economico-aziendale e di incentivare i dipendenti a dedicare il massimo impegno nello svolgimento dell’attività lavorativa.

Anteprima della Tesi di Marianna Orassi

Anteprima della tesi: Il venture capital per lo sviluppo delle imprese: il caso Novuspharma s.p.a., Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marianna Orassi Contatta »

Composta da 264 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6263 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 33 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.