Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La procreazione medicalmente assistita: aspetti psicologici e sessuali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 dell’eiaculazione. Fa seguito il dotto eiaculatore che attraversa la prostata e confluisce nell’uretra posteriore (Piazzini, Fatini,1996). Le ghiandole sessuali accessorie sono costituite dalle vescicole seminali, dalla prostata e dalle ghiandole bulbo - uretrali. La loro funzione è quella di produrre il liquido seminale nel quale al momento dell’eiaculazione sono immersi gli spermatozoi. Infine l’ultima struttura è quella caratterizzata dal pene. Questo è costituito dai corpi cavernosi, che rappresentano le strutture erettili del pene. Tre sono i settori che si possono distinguere nel pene : radice, corpo e glande. Tutta la sua superficie è ricoperta da cute molto sensibile all’altezza del glande. L’erezione del pene è un fenomeno involontario o riflesso, controllato dal sistema nervoso autonomo tramite la chiusura e l’apertura dei complessi artero - venosi, pertanto dall’aumento della pressione del flusso sanguigno (Piazzini, Fatini,1996). Come per la donna si parla di ovogenesi, nell’uomo si parla di spermatogenesi e con tale termine si indica l’insieme dei fenomeni che trasformano la cellula gametica primitiva, lo spermatogonio, in una cellula gametica matura, lo spermatozoo. Tramite divisione mitotica si ha il passaggio dello spermatogonio di tipo A in spermatogonio di tipo B, il quale è formato da tre tipi di spermatogoni. Ciascun spermatogonio, sempre in base alla divisione mitotica, dà origine a due spermatociti primari. A questo punto la divisione mitotica si è conclusa e procede la divisione meiotica, la quale ha lo scopo di dimezzare il patrimonio cromosomico degli spermatociti secondari originatesi. La conclusione di tale divisione meiotica segna la formazione degli spermatidi. Il passaggio che porta gli spermatidi a divenire spermatozoi avviene nelle cellule del Sertoli, mediante modificazioni morfologiche (spermiogenesi ). Lo spermatozoo maturo è composto da una testa, un collo e un tratto intermedio, e una coda. La testa contiene il nucleo del gamete maschile, ove sono presenti 22 autosomi e un cromosoma sessuale. Essa è per lo più ricoperta dalle membrane dell’acrosoma che contengono gli enzimi necessari per permettere la penetrazione del gamete maschile nel gamete femminile.

Anteprima della Tesi di Stefano Bernardi

Anteprima della tesi: La procreazione medicalmente assistita: aspetti psicologici e sessuali, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Stefano Bernardi Contatta »

Composta da 112 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11316 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.