Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'uso delle opzioni reali nella risk allocation della finanza di progetto: il caso degli investimenti su infrastrutture autostradali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1. Il Project Finance, La Tecnica - Esternalizzazione dei servizi: i privati vengono contattati per fornire specifici servizi, senza però assumere rischi finanziari. - Contratto di gestione e manutenzione: un operatore privato gestisce la struttura di proprietà pubblica per un determinato periodo di tempo. - Locazione finanziaria: un privato dispone in leasing di un struttura pubblica, gestendone l’operatività per un periodo limitato. - Joint ventures: pubblico e privato condividono la responsabilità per il finanziamento e la gestione di infrastrutture pubbliche - Build, Operate and Trasfer (BOT): il settore privato si assume la responsabilità esclusiva relativa al finanziamento, realizzazione e gestione della struttura per un determinato periodo di tempo, che dovrebbe essere sufficiente per ripagare il debito e fornire il ritorno richiesto sull’investimento. Alla fine del periodo di concessione, le strutture vengono trasferite in proprietà allo stato nazionale che ha commissionato l’opera. Questo è in genere lo schema più diffuso, e comprende numerose varianti. - Build, Own, Operate (BOO): il settore privato ottiene la proprietà della struttura, senza obbligo di trasferimento al termine del periodo di concessione. - Build, Transfer, Operate (BTO): un privato progetta, finanzia e realizza un impianto, che una volta terminato è trasferito ad un soggetto pubblico. Secondo la formula del sale-and-leaseback, l’asset viene poi girato in leasing nuovamente al privato, che lo gestisce per un periodo di tempo ragionevole ad ottenere una congrua remunerazione sul capitale investito nelle fasi di costruzione, evitando nello stesso tempo le complessità legata alla proprietà privata. Solo gli ultimi tre schemi si collocano nell’area del project financing: si può quindi affermare che lo strumento si posiziona a metà strada lungo un intera gamma di soluzioni tra pubblico e privato; agli estremi troviamo privatizzazione e nazionalizzazione. Rispetto a queste scelte estreme, il project financing gode di indubbi vantaggi, primi fra tutti la minor

Anteprima della Tesi di Gabriele Magotti

Anteprima della tesi: L'uso delle opzioni reali nella risk allocation della finanza di progetto: il caso degli investimenti su infrastrutture autostradali, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gabriele Magotti Contatta »

Composta da 291 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4224 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.