Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Bilancio energetico della regione Puglia: luci ed ombre

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

- 6 - La soluzione al problema delineato però non è quella di ridurre la crescita, poiché questo porterebbe ad accentuare gli aspetti negativi di una civiltà: minore controllo sociale, minore controllo ambientale e quindi degrado e dissipazione (Musacchio R., Gelmini M.. in sito web: “Un Piano Energetico Nazionale basato…”). La differenza esistente tra Paesi ricchi e Paesi in via di sviluppo (PVS) è molto accentuata sia in ambito energetico che in termini di sviluppo socio-economico. Infatti, mentre i Paesi ricchi stanno conoscendo un periodo di stabilizzazione sia economica che energetica, i PVS stanno ricalcando la situazione vissuta dai paesi avanzati anni prima: un aumento consistente della popolazione accompagnato da una domanda energetica altrettanto rilevante. Quindi i Paesi più industrializzati dovrebbero sempre più aiutare i PVS, cedendo impianti e tecnologie a bassa intensità di energia, in grado di evitargli inutili sprechi. Per l’ambiente è necessario un ridimensionamento delle emissioni di gas serra, non solo per far fronte all’aumento termico globale ma anche per offrire una migliore vivibilità alle città di tutto il mondo.

Anteprima della Tesi di Gianvito Dongiovanni

Anteprima della tesi: Bilancio energetico della regione Puglia: luci ed ombre, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gianvito Dongiovanni Contatta »

Composta da 174 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1449 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.