Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli aspetti economici dell'impresa cooperativa e le sue potenzialità di sviluppo nel Mezzogiorno: il caso della cooperativa ''Giustizia e libertà''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 svolte, non si è in grado di controllare in maniera pressoché perfetta i vari input produttivi, e in particolare il fattore lavoro. Con riferimento a quest’ultimo caso, nel corso del lavoro si avrà modo di evidenziare come la condivisione dei valori e la definizione di codici etici di comportamento favoriscono la gestione delle suddette attività, in quanto la convergenza di obiettivi tra impresa e input consente di ridurre i costi di monitoraggio e di coordinamento, grazie ad un possibile superamento di problematiche riconducibili al modello principal/agent. In un’impresa cooperativa, infatti, poiché i soci-imprenditori svolgono, il più delle volte, una diretta attività lavorativa, non si rende necessario adottare tutti quegli incentivi cui ricorrono gli imprenditori al fine di orientare la produttività del lavoro verso i propri interessi. La tendenziale sovrapposizione dei ruoli e la centralità della figura del socio-lavoratore implica, inoltre, l’adozione di scelte gestionali del tutto particolari; innanzitutto, la stessa natura giuridica dell’impresa cooperativa lascia ampi spazi di interpretazione dato che, nonostante la nuova disciplina Mirone – Castelli abbia formulato la c.d. cooperazione costituzionalmente riconosciuta, la definizione di scopo mutualistico (che si differenza dallo scopo lucrativo di un’impresa ordinaria), risulta ancora abbastanza ambigua e controversa. La scelta del legislatore di una definizione imprecisa di mutualità consiste nella possibilità concessa alle strutture cooperative non solo di perseguire un immediato vantaggio ai soci, ma aprirsi anche all’esterno producendo utile a favore di terzi. Sulla base di questa considerazione sarà possibile illustrare come la formulazione della mission aziendale della moderna impresa cooperativa possa essere ricondotta alle tematiche teoriche affrontate dalla più recente posizione mutualistica, la quale propone di coniugare una gestione lucrativa nei confronti dei conferitori dei vari input produttivi, con una gestione socio-mutualistica a favore dei soci; ciò anche perché svolgere l’attività di impresa in pieno equilibrio economico e finanziario favorisce il perseguimento della finalità mutualistica. La partecipazione dei soci alla gestione della cooperativa, in effetti, costituisce il tratto peculiare di tale struttura e si spiega attraverso il

Anteprima della Tesi di Rita Stoto

Anteprima della tesi: Gli aspetti economici dell'impresa cooperativa e le sue potenzialità di sviluppo nel Mezzogiorno: il caso della cooperativa ''Giustizia e libertà'', Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Rita Stoto Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2782 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.