Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I confidenti della polizia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Le censure nella loro globalità, possono essere ricondotte a ragioni sia d’ordine etico, riproposte nel tempo con una certa omogenea continuità, sia di natura giuridica, pur mutevoli in ragione delle trasformazioni che hanno investito l’ordinamento. Per ciò che attiene alle prime, il rilevato, più frequente ricorso alla norma per ipotesi di collaborazione di “confidenti di professione” ha indotto ad affermare che questi ne fossero i reali beneficiari, considerazione ritenuta sufficiente per aborrire uno strumento fruito, per il tramite del silenzio opposto dall'investigatore, da individui abietti, in uno delinquenti e delatori, “a Dio spiacenti e a li nemici sui” 1 . Non può tacersi al riguardo, che nel formulare tali valutazioni si sia verosimilmente trascurato di soffermare l’attenzione su due parametri, invero notevoli, afferenti, da un lato, alla pertinenza dell’indagine penale allo stesso ecosistema in cui, pur opposto ontologicamente e finalisticamente, si muove il criminale, e, dall’altro, alla congruità dello strumento rispetto allo scopo perseguito. Il primo rilievo impedisce di condividere argomentazioni che sono minate dal malcelato intento di separare con stagne compartimentazioni entità soggettive, ripeto diverse, che invece interagiscono costantemente, in una prospettiva d’insieme che non consente all’operatore di polizia di sottrarsi a contatti, quand’anche spiacevoli, con criminali, la dove i doveri 1 Oliva, Aspetti giuridici e pratici dei rapporti degli organi di polizia con gli informatori, in Rivista di polizia del 1975 pag.3.

Anteprima della Tesi di Mauro Aguda

Anteprima della tesi: I confidenti della polizia, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Mauro Aguda Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4909 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.