Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Crisi e ristrutturazione di una grande impresa: il caso Enron

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 In particolare, gli studi italiani evidenziano il problema della ricapitalizzazione e della fase di contrattazione con gli stakeholders come conditio sine qua non del successo del processo di risanamento; l’attenzione è rivolta anche al problema della gestione delle risorse umane, elemento determinante nelle situazioni di crisi, ristrutturazioni e riconversioni aziendali, soprattutto in termini di costi relativi, in rapporto alla realtà normativa ed istituzionale italiana. La letteratura italiana sulle crisi d’impresa e sui processi attivati per il loro fronteggiamento si è arricchita particolarmente negli anni Ottanta sulla spinta dei dissesti verificatisi nell’ambito dell’apparato industriale del nostro Paese (Montedison, Snia, Rizzoli- Corriere della Sera, solo per citarne alcuni). In questi anni, gli studi economico- aziendali, partendo da rilevazioni empiriche per costruire degli assunti teorici, si sono dunque gradualmente spostati dall’analisi dei problemi dello sviluppo delle imprese (che hanno goduto di maggiori contributi dottrinali negli anni Settanta) ad un’esaustiva definizione del concetto di crisi, preoccupandosi soprattutto di esaminarne le componenti, le cause, le conseguenze ed i possibili rimedi. In quest’ottica è importante sottolineare i notevoli contributi sul tema offerti nel panorama italiano da Guatri, che si concentra soprattutto sui processi di analisi delle cause e di valutazione delle stesse e da Coda, che affronta, invece, prevalentemente l’aspetto strategico del processo di risanamento; significativo a tal proposito risulta essere anche l’apporto di Sciarelli, il quale evidenzia l’importanza, per le piccole e medie imprese, di interventi di check up, per un controllo di adattabilità tra strategie aziendali e contesto ambientale in situazioni di crisi. Tematiche simili sono affrontate con particolare cura, inoltre, da Sicca, che nel confronto tra attività aziendale e general environment proposto da Sciarelli, mette in risalto l’importanza del mercato e della concorrenza, al fine di individuare gli interventi più opportuni nel breve e nel lungo termine ( 9 ). Per un’analisi dettagliata delle fasi di intervento in situazioni di crisi d’impresa, di grande spessore è il contributo di Brugger, che evidenzia il punto di ( 9 ) Sul tema delle crisi d’impresa si vedano Guatri L., Crisi e risanamento delle Imprese, Giuffrè, Milano, 1986, Coda V., «Crisi e Risanamenti aziendali», in Sviluppo & Organizzazione, n°75, 1983. Sullo stesso argomento si vedano ancora Coda V., Le tappe critiche per il successo dei processi di risanamento aziendale, Giuffrè, Milano, 1987, Sciarelli S., La crisi d’impresa. Il percorso gestionale di risanamento nelle piccole e medie imprese, CEDAM, Padova, 1995. Infine vedi Sicca L., «Creazione di valore, conoscenza e gestione delle crisi aziendali», in Finanza, Marketing e Produzione, n°2, 1993.

Anteprima della Tesi di Gianpaolo Abatecola

Anteprima della tesi: Crisi e ristrutturazione di una grande impresa: il caso Enron, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gianpaolo Abatecola Contatta »

Composta da 190 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9156 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 31 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.