Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le accomandite bancarie comasche tra '800 e '900: le vicende della ditta Sala Regazzoni & C., già Mariani Sala & C.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

bisogni di un sistema aziendale che necessitava di capitali di funzionamento per l’attività d’impresa e che risultava composto in prevalenza da unità di produzione medio–piccole. Da qui la genesi di un tessuto creditizio formato da soggetti bancari sottoposti all’aleatorietà del ciclo serico (e con una spiccata propensione al rischio) e perciò caratterizzati da frequenti cambi di mano, repentine liquidazioni e cessazioni, e da un elevato turnover. Diffusi erano anche i circuiti creditizi informali, che si sovrapponevano ai canali ufficiali bancari sia attraverso aperture di conti correnti da parte di aziende bisognose di fidi, sia per mezzo di capitalisti privati decisi a far fruttare i propri patrimoni in investimenti industriali. Di notevole rilevanza ai fini del presente studio è l’arco temporale compreso tra il 1890 e il 1907, quando nel capoluogo lariano si registra una proliferazione di piccole case bancarie tale da fare parlare di una vera e propria “febbre bancaria”, mentre in Lombardia, a Milano in particolare, si diffondevano gli sportelli delle grosse “banche miste”. Le cause da cui scaturì il boom bancario furono di natura prettamente economica e si riscontrarono nelle evoluzioni in atto nel sistema industriale e, soprattutto, nel tradizionale comparto serico e nel settore tessile in generale, che nel decennio tra il 1890 e il 1900 furono interessati da un processo di rinnovamento tecnologico con l’introduzione del telaio meccanico e con una conseguente rivoluzione dell’ordinamento tecnico amministrativo dovuta all’avvento dell’impresa accentrata in opificio. Il fabbisogno di capitali per gli investimenti e la dilatata capacità finanziaria delle nuove imprese determinarono quindi l’ascesa delle banche private, il cui percorso fu parallelo alle esigenze dettate dal sistema manifatturiero-industriale.

Anteprima della Tesi di Giuseppe Pagani

Anteprima della tesi: Le accomandite bancarie comasche tra '800 e '900: le vicende della ditta Sala Regazzoni & C., già Mariani Sala & C., Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe Pagani Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 580 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.