Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Processi di depersonalizzazione in un contesto di massa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 Le Bon, McDougall e Freud: le origini Le Bon, con “The crowd-a study of the popular mind” [La folla-uno studio della mentalità popolare] (1895) svolse una grande opera di divulgazione dello studio delle folle. Quello di Le Bon non era uno studio disinteressato: egli infatti, era fortemente impegnato sul piano politico a fronteggiare l’attivismo delle masse popolari e socialiste. Significativo su questo piano è l’apprezzamento per le sue teorie da parte di Göbbels e Mussolini; per quest’ultimo le idee di Le Bon furono utili per la creazione dello stato fascista in Italia. Secondo il pensiero di Le Bon i membri della folla perdono la loro personalità quando si assemblano in massa e regrediscono a uno stato di inconscio razziale primitivo. Gli individui che entrano a far parte di una folla scendono diversi gradi sul piano della civilizzazione e il comportamento della massa, come risultato, ha carattere distruttivo, irrazionale e impulsivo. Con questa teoria si pone una netta distinzione tra l’individuo singolo razionale e l’individuo appartenente a una massa, visto come impulsivo, inaffidabile e violento, totalmente “immerso” nella folla, in balia delle emozioni della moltitudine, a quella “plebaglia” tanto temuta dalle classi dominanti. Gli eventi che Le Bon prende in analisi sono prima di tutto scontri tra gruppi, masse di scioperanti o fazioni politiche, e le forze dell’ordine. Egli tuttavia, tende a decontestualizzare la massa e ad analizzarla in una condizione di vuoto sociale. In questo modo, solleva da ogni responsabilità lo sfondo sociale generale e le azioni immediate delle forze dell’ordine.

Anteprima della Tesi di Marco Celant

Anteprima della tesi: Processi di depersonalizzazione in un contesto di massa, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Marco Celant Contatta »

Composta da 124 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5951 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.