Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Processi di depersonalizzazione in un contesto di massa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 Due tragedie durante concerti di grandi dimensioni Spesso l’opinione pubblica vede i fenomeni di massa, quali anche i concerti, in maniera negativa. La causa di questo risiede probabilmente nel ricordo di alcune tragedie occorse nel passato; tali tragedie, comunque, purtroppo si verificano anche ai giorni nostri. Tra tutti i tragici fatti legati ai concerti abbiamo scelto il più recente (il concerto dei Pearl Jam a Roskilde 2000) e quello che nel passato è rimasto più impresso nella memoria collettiva (il concerto degli Who a Cincinnati nel 1979). Cincinnati 1979 Il 3 dicembre 1979 circa 18000 persone si radunarono davanti alle entrate del Cincinnati Riverfront Colisseum per assistere al concerto del gruppo britannico Who, che, acclamatissimi, tornavano sulle scene dopo cinque anni di assenza. Vista l’enorme importanza dell’evento e la voglia di trovare un posto il più vicino possibile al palco, i fans della band si misero in attesa fin dalle prime ore della giornata. A poche ore dall’inizio del concerto scoppiò la tragedia. Dopo la lunga attesa, quando finalmente alcune porte del Colisseum, vennero aperte, la folla cominciò a spingere per entrare senza accorgersi di coloro che cadevano e venivano calpestati. Morirono così 11 persone . Dopo la tragedia la città di Cincinnati promosse un comitato di cittadini per indagare sulle cause reali dell’accaduto. Dalle interviste ai testimoni oculari emerge principalmente un problema di organizzazione della sicurezza: i fan non erano stati incanalati, le porte di entrata non erano

Anteprima della Tesi di Marco Celant

Anteprima della tesi: Processi di depersonalizzazione in un contesto di massa, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Marco Celant Contatta »

Composta da 124 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5950 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.