Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I conflitti interorganici (la nozione di potere nella giurisprudenza costituzionale)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I 1 I conflitti di attribuzione: concetti generali. Ai sensi dell’art. 37 L. 87/53, il conflitto sorge in relazione alla delimitazione della sfera di attribuzione determinata da norme costituzionali e il ricorso, recita l’art. 26 N.I., deve contenere l’esposizione sommaria delle ragioni del conflitto e l’indicazione delle norme costituzionali che regolano la materia. Dunque: in gioco sono le attribuzioni costituzionali e per risolvere il conflitto è necessario utilizzare - quale parametro - le norme costituzionali di volta in volta rilevanti. In realtà, occorre andare oltre un’interpretazione strettamente letterale delle disposizioni citate per due ragioni. La prima consiste nel fatto che la Costituzione non contiene una disciplina sufficiente della struttura e delle funzioni dei poteri, né dei loro rapporti. L’altra è che il giudizio sui conflitti tende sempre più a configurarsi come sindacato sulle modalità di esercizio del potere la cui disciplina è affidata, in gran parte, a fonti subcostituzionali 1 . 1 VERONESI, “I poteri davanti alla Corte. Cattivo uso del potere e sindacato costituzionale” Milano 1999, considera come caratteristica fondamentale di ogni giudizio della Corte, un’indagine sul modo in cui il potere è stato esercitato.

Anteprima della Tesi di Stefania Pone

Anteprima della tesi: I conflitti interorganici (la nozione di potere nella giurisprudenza costituzionale), Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Stefania Pone Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3753 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.