Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Determinazione e ottimizzazione dei percorsi di raccolta per i mezzi di un'azienda di igiene urbana: il caso dell'Amiu di Pordenone

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1.4. I gestori dei ri uti 7Deposito Anno 1997 Percentuale sul totale %Discarica 21.275.185 83,2Inceneritore 1.746.714 6,8Compostaggio 899.093 3,6Compost e CDR 1.642.853 6,4Totale 25.563.845 100%Tabella 1.3: Quantitativo nale e in percentuale sul totale dei ri uti urbani raccoltiin Italia nel 1997 (in tonnellate). Fonte: Elaborazioni Proaqua-Irs su dati ANPA(1998 e 1999).La discarica rappresenta il sistema di trattamento nale piuantico e piu sempliceesistente. Dal 1984 fu cambiata la normativa tecnica riguardante la costruzione dellediscariche diventando un'operazione complessa e costosa, ma questo non e servitoa cercare delle tecniche migliori per gestire i ri uti. La problematica principaleconsta nel fatto che le discariche rovinano il territorio e non si puo prevedere perquanti decenni dopo la chiusura della stessa sia necessario intervenire per il controllo\post-mortem" e per il recupero ambientale. L'Italia immagazzina, come visto dallatabella 1.3, no al 83,2% dei ri uti in discarica e questo va contro alle modernenormative europee e al Decreto Ronchi.1.4 I gestori dei ri utiIl servizio di raccolta, di stoccaggio e eventualmente di trattamento dei ri uti eappaltato ad aziende o enti di igiene pubblica che sono interessate ad una riorganiz-zazione del settore prevedendo una minimizzazione dei costi e una massimizzazionedei pro tti derivanti da questa attivita.Queste aziende, operanti nel settore della nettezza urbana, si sono unite inun'associazione denominata Federambiente che raggruppa oltre duecento impreseche raccolgono e gestiscono i ri uti.La struttura societaria puo essere di tipo privato o di tipo pubblico con capitaleregionale, comunale o nazionale. Una ricapitolazione della percentuale delle aziendela possiamo vedere nella gura 1.1.Queste aziende hanno deciso di proporre un sistema integrato dove gli aspetti

Anteprima della Tesi di Ferdinando Corgnali

Anteprima della tesi: Determinazione e ottimizzazione dei percorsi di raccolta per i mezzi di un'azienda di igiene urbana: il caso dell'Amiu di Pordenone, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Ferdinando Corgnali Contatta »

Composta da 575 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2568 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.