Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Saba prima del ''Canzoniere'': ''Poesie'' (1911)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Formano un vero e proprio dittico i sonetti de Il capitano, dove il legame è fortemente sottolineato dalla presenza di enjambement tra il v.14 del n.10 e il v.1 del n.11: “[...] ma ben più che il fuoco // de l’Eterno la cruccia [...]”, rafforzato ulteriormente dalla rima petrosa cagnazzi : pazzi, (11.2-3) che vuole essere un omaggio a quel Dante infernale, già scomodato proprio nel paragone tra il capitano e Farinata al v.14 del n.10. Altra “corona” è poi il dittico Ordine sparso, dove ancora una volta i due sonetti sono collegati da ripresa lessicale tra il v.14 del n.12: “Così le bestie lo vedono, forse” e il v.1 del n.13: “Le bestie per cui esso è casa, è letto”. Ma la più riuscita “corona” di sonetti ci pare l’ultima, Il prigioniero. Qui, il n.20 e il n.21 non presentano un vero e proprio legame, anche se il secondo sonetto inizia significativamente con la congiunzione avversativa ma, in palese contrasto con quanto detto prima. Fortissimo è invece il legame tra il n.21 e il n.22 e più che di legame bisogna parlare qui, come già per i due sonetti della “corona” Il capitano, di continuazione tra un sonetto e quello successivo, dato che il periodo sintattico che inizia con la seconda terzina del n.21 termina solo al v.2 del n.22: Non per il male (invero lo creava tale la mamma, da sentirla appena, quella bastonatura su la schiena) (21.12-4) ma che un uomo, non Dio, non un temuto morbo, gli desse un sì molesto affanno; (22.1-2) Ma non è solo nei Versi militari (o più correttamente tra quei 27 sonetti che costituiranno la sezione nel Canzoniere definitivo) che si osservano queste caratteristiche. Nella raccolta Poesie è presente anche un’altra “corona” di sonetti: Passeggiando la riviera di Sant’Andrea; qui dal punto di vista contenutistico si denota la forte continuità tra il sonetto VIa e VIb, in cui alla tematica della passeggiata solitaria si affianca quella della descrizione

Anteprima della Tesi di Cristina Gavagnin

Anteprima della tesi: Saba prima del ''Canzoniere'': ''Poesie'' (1911), Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cristina Gavagnin Contatta »

Composta da 339 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7386 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.