Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il nuovo regime d'imputazione delle circostanze aggravanti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

La caratteristica negativa si evince dall�analisi degli artt. 61 e 62 c.p. vigente, che nell�introdurre l�elenco delle varie circo- stanze comuni, premettono che gli elementi descritti attenua- no o aggravano la pena �Quando non ne sono elementi costi- tutivi� 2 . La circostanza si pu� definire un elemento accidentale (da cui la definizione di �accidentalia delicti”), la cui mancanza non influisce sulla perfezione del reato base. La caratteristica positiva consiste invece nella modifica della pena in senso quantitativo o qualitativo. Nel primo caso si ha un aumento o una diminuzione propor- zionale della pena edittale prevista per il reato base, di norma questa variazione � fino ad ⅓ . Nel caso si manifestano le cosiddette circostanze speciali che incidendo in maniera varia sulla pena, il giudice deve basarsi sui dettami dei vari articoli del c.p.. In caso di modifica qualitativa si viene a prospettare il pas- saggio ad una nuova cornice edittale di pena di specie diversa (es.: passaggio dalla pena dell�ergastolo alla reclusione fino a 30 anni) 3 .

Anteprima della Tesi di Francesco Bassi

Anteprima della tesi: Il nuovo regime d'imputazione delle circostanze aggravanti, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesco Bassi Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1397 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.