Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La riorganizzazione del settore delle telecomunicazioni in Europa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 L’evoluzione del settore delle telecomunicazioni in Europa 8 metà del 1933, riuscì ad acquisire cospicue partecipazioni di minoranza nelle concessionarie della quarta e quinta zona. Solo nel 1957 si arrivò all’unificazione del settore telefonico: tutte le cinque concessionarie entrarono a far parte del gruppo IRI-STET. In realtà solo la TETI e SET (concessionarie di quarta e quinta zona) erano ancora private, mentre tutte le altre erano già state riunite sotto il controllo pubblico della STET, finanziaria IRI. Infine nel 1964, dopo la nazionalizzazione dell’energia elettrica e quindi degli impianti elettrici della SIP, l’IRI promosse la fusione per incorporazione delle cinque società concessionarie del servizio telefonico nella nuova SIP, che mutò denominazione: da Società Idroelettrica Piemontese a Società Italiana per l’esercizio Telefonico. Da questo momento, quindi, la telefonia urbana ed interurbana, ad eccezione di quanto era di spettanza dell’ASST e dell’Italcable (entrò in quel periodo a far parte del gruppo STET) veniva gestita da una unica società e ciò costituì un impulso ad accelerare il processo di omogeneizzazione e coordinamento del servizio. Negli anni ’70, dovuto anche al periodo di forte crisi, ogni aumento di capitale della SIP venne sottoscritto dalla STET, e quindi con fondi pubblici. Nel giro di 15 anni la quota dello stato nel capitale sociale SIP passò dal 53% al 67% (1985), infliggendo un duro colpo all’originaria forma delle partecipazioni statali. Sino al 1989 l’organizzazione dei servizi di tlc in Italia ha visto una

Anteprima della Tesi di Caterina Mancini

Anteprima della tesi: La riorganizzazione del settore delle telecomunicazioni in Europa, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Caterina Mancini Contatta »

Composta da 192 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2815 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.