Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La bancassicurazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 si contendono un’unica clientela sempre più preparata e con nuovi bisogni da soddisfare. Ciascun operatore invade il mercato di riferimento dell’altro. La proliferazione degli intermediari finanziari abilita soggetti di nuovo conio alla gestione di valori mobiliari, anche alle banche è consentita tale gestione 6 . Le compagnie assicurative si avvalgono delle tecniche finanziarie di portfolio selection per introdurre, sul mercato, prodotti più competitivi: polizze vita il cui rendimento è ancorato al reddito di una gestione separata di valori mobiliari o fondi di investimento. Tuttavia una quota via via crescente di premi assicurativi è raccolta dalle banche grazie alla vendita dei contratti assicurativi tramite la loro rete distributiva. La rinnovata concorrenza induce ad affinare la qualità dei servizi e sollecita lo sviluppo di competenze specialistiche. Gli intermediari hanno assecondato gli orientamenti dei risparmiatori, ampliando la gamma dei prodotti e innovando i canali di commercializzazione. 6 La legge n. 1 del 2 gennaio 1991 ha, da un lato, eliminato gli operatori di borsa, fino ad allora, tradizionali – agenti di cambio e società concessionarie – ed ha, dall’altro, affidato alle società di intermediazione mobiliare (s.i.m.) “l’esercizio professionale nei confronti del pubblico delle attività di intermediazione mobiliare”. La stessa legge consente, seppur in ambiti più limitati, anche alle banche di operare nel mercato mobiliare. In attuazione di direttive comunitarie nel 1992 con il dlgs n. 84 del 25 gennaio sono state istituite le società di investimento a capitale variabile (s.i.c.a.v.) che rappresentano, insieme ai fondi comuni di investimento, uno strumento per svolgere operazioni di investimento collettivo in valori mobiliari.

Anteprima della Tesi di Arianna Conti

Anteprima della tesi: La bancassicurazione, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Arianna Conti Contatta »

Composta da 167 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14184 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.