Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicazione, immagine e valore d'impresa. Oltre la disclosure: la comunicazione finanziaria come mezzo per costruire la percezione del valore di mercato dell'impresa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 termini di marketing pu� avere sui comportamenti di investimento dei portatori di capitali, e sulla necessit�, per chi si occupa di questa attivit�, di suggerire, attraverso l�abilit� comunicativa, un senso reale o potenziale del valore presente nel titolo. Attribuiscono, inoltre, alla comunicazione un ruolo talmente importante nel determinare la percezione degli investitori, per cui: �When the history of the 20 th century stock market is written scholars may well identify corporate communications as a key factor in renewing and building investor confidence –ultimately leading to the amazingly sustainable buoyancy of the equity market in the ‘90s”. Eppure, nel momento in cui giungono a chiedersi come possa l’investor relator sprigionare tali potenzialit�, non possono che parlare di �arte dell�investor relations�, riferendosi a una capacit� comunicativa innata che chi si occupa di comunicazione finanziaria deve possedere per raggiungere risultati positivi in quest�attivit�. Questo affidarsi all�arte, alla sensibilit� individuale, ai riscontri che chi si occupa di quest�attivit� trova nel mercato nasce, a nostro avviso, da una mancata riflessione sulla dinamica profonda attraverso cui si snoda il rapporto di comunicazione tra impresa e investitori; � questa una conoscenza che va ascritta al novero delle scienze comunicative �di base� capaci, attraverso lo studio delle variabili sociali, semantiche, psicologiche, ecc., di costruire il punto di partenza da cui si sviluppano gli effetti di senso prodotti dalla comunicazione. Posti di fronte a questo �stato dell�arte�, il nostro primo impulso � stato quello di provare a muoverci nella direzione appena indicata di un�analisi basata sulle scienze sociali, ma ci siamo trovati a dover fare i conti con un paradigma efficentista, il cui permanere � in grado di bloccare qualsiasi teorizzazione basata su di un approccio comunicativo e percettivo. I due ostacoli principali messi in campo da questo paradigma sono da un lato quello, gi� visto in precedenza, dell�esistenza di un investitore razionale e massimizzante e, dall�altro, l�idea di mercati comunicativamente semplici e, per questo, facilmente comprensibili in termini fattuali dagli investitori (si pensi ad esempio all�analisi finanziaria, cui viene attribuita la capacit� di rendere le aziende in termini di indicatori numerici omogenei e di conseguenza facilmente comprensibili agli addetti ai lavori). Sar� necessario, quindi, confrontarsi con questi due scogli al fine di verificare se l�approccio comunicativo, che prevede soggetti influenzabili e un mondo comunicativo complesso, possa servire o meno a comprendere le dinamiche sottostanti ai processi di investimento.

Anteprima della Tesi di Matteo Arata

Anteprima della tesi: Comunicazione, immagine e valore d'impresa. Oltre la disclosure: la comunicazione finanziaria come mezzo per costruire la percezione del valore di mercato dell'impresa, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Matteo Arata Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5838 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.