Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicazione, immagine e valore d'impresa. Oltre la disclosure: la comunicazione finanziaria come mezzo per costruire la percezione del valore di mercato dell'impresa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 L�azienda ha invece l�obbiettivo di �vincere� la competizione con le altre aziende che avviene sui mercati con lo scopo di ottenere capitali a basso costo. In quest�attivit� il compito di chi si occupa di comunicazione finanziaria, cio� della funzione di investor relations 3 , � quello di spingere gli investitori a impegnare le proprie risorse nei titoli dell�impresa in modo da mantenere le quotazioni a livelli elevati. In particolare gli spazi di manovra di quest�attivit�, secondo l�opinione corrente tra gli operatori, si concentrano su due punti: permettere agli investitori la valutazione delle prospettive future dell�impresa e nella diminuzione del premio per il rischio richiesto che le quotazioni azionarie devono �pagare� a riguardo dell�incertezza relativa al raggiungimento degli obbiettivi aziendali. 1.2 Il quadro normativo L�esistenza di un corpo di leggi specifiche che riguardi le aziende quotate in Borsa 4 e, in particolare, che obblighi queste ultime ad un determinato livello di trasparenza finanziaria deriva da due esigenze: tutelare il risparmio - e quindi gli azionisti di minoranza � e, al contempo, favorire la stabilit�, la competitivit� e il buon funzionamento del sistema finanziario, ritenuti fondamentali per il benessere economico di un paese (Consob, 1998a). La misura in cui sono state sentite tali esigenze deriva direttamente dal grado di cultura economica e di sviluppo dei mercati: in Italia questi temi si sono sviluppati solamente negli ultimi decenni e in maniera non del tutto soddisfacente, facendo s� che il compito di assicurare una comunicazione finanziaria trasparente sia ancora in massima parte affidato ad obblighi legislativi; nei paesi anglosassoni, invece, per una serie di motivi, la cultura del mercato e della 3 Il termine, di origine anglosassone, ha sostituito negli ultimi anni quello di pubbliche relazioni finanziarie. Vedremo in seguito come non dovrebbe trattarsi solo di una manifestazione di anglofilia (peraltro comune nel mondo della finanza) ma questa risemantizzazione dovrebbe sottintendere una rivoluzione nel modo di intendere la comunicazione finanziaria 4 Il testo unico della finanza del 1998 parifica alle societ� quotate anche le societ� che mettano sul mercato emissioni obbligazionarie rilevanti, mentre tutte le altre societ� di capitali devono attenersi solamente alle norme contenute nel codice civile.

Anteprima della Tesi di Matteo Arata

Anteprima della tesi: Comunicazione, immagine e valore d'impresa. Oltre la disclosure: la comunicazione finanziaria come mezzo per costruire la percezione del valore di mercato dell'impresa, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Matteo Arata Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5838 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.