Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Intorno al concetto di comico in Henri Bergson

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Bergson, in Materia e memoria, oltre al corpo, descrive anche la percezione, l�affezione, la pura percezione, la memoria-abitudine e la memoria-spontanea. Vedremo che tutti questi fenomeni sono collegati al comico. Nel primo capitolo, inoltre, prender� in esame i seguenti testi di Bergson: Saggio sui dati immediati della coscienza (1889), Il riso, Il possibile e il reale (1920) e Introduzione alla metafisica (1903). Tenter�, poi, di confrontare le tematiche di Bergson con quelle del bergsonismo. In particolare far� riferimento a Deleuze, Hyppolite, Jank�l�vitch, Mathieu, Migliaccio, Paduano, Pessina, Rovatti, Simmel, Sossi e Veronesi. Nella seconda parte della tesi, invece, descriver� Il riso. Questo capitolo risponde alla domanda: che cos�� il riso per Bergson? Bergson, in questo saggio, compie delle osservazioni intorno al comico delle forme, dei gesti, dei movimenti e delle situazioni. Per Bergson, inoltre, esistono tre procedimenti principali che riguardano il comico: la ripetizione, l�inversione e l�interferenza di serie. Questi meccanismi sono facilmente riscontrabili nelle commedie di Moli�re e di Labiche. La commedia � dunque la situazione per eccellenza in cui � possibile notare la presenza del comico, perch� esso si manifesta tramite gli attori. Nel primo e nel secondo capitolo, per sottolineare tale aspetto, ho nominato spesso: La scuola delle mogli (1662), L’amore medico (1665), Il medico per forza (1666), Tartufo (1667), L’avaro (1668), Il signor di Pourceaugnac (1669) e L’ammalato immaginario (1673). Bergson, in pi�, ne Il riso, si occupa di altri aspetti legati al comico, come per esempio, l�immaginazione, la suggestione e il sogno. Il terzo capitolo della tesi risponde alla seguente domanda: che cos�� il riso? Questa sezione della tesi si pone come obiettivo di compiere una rassegna storiografica delle varie teorie sul riso presenti nella letteratura biblica, filosofica, estetica, psicologica e medica. Mi occuper� di Aristotele, Platone, Kant, Schopenhauer, Hobbes, Freud. Di particolare interesse psicologico risultano le osservazioni di Kris in Il riso come processo espressivo (1939), di Fry in Una dolce follia (1963) e di Farn� in Guarir dal ridere (1995).

Anteprima della Tesi di Emanuele Francesconi

Anteprima della tesi: Intorno al concetto di comico in Henri Bergson, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Emanuele Francesconi Contatta »

Composta da 112 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 21495 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.