Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Intorno al concetto di comico in Henri Bergson

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo primo Il corpo, l�automatismo, il comico 1. Il corpo Un corpo caratterizzato dall�automatismo e dalla rigidità, �qualcosa di meccanico applicato al vivente” 1 , � l�immagine che svela la presenza del comico, dato che, secondo Bergson: �le attitudini, i gesti e i movimenti del corpo umano sono risibili nelle stesse proporzioni in cui il corpo ci fa pensare ad un semplice meccanismo� 2 . Non � quindi possibile esprimersi intorno al concetto di comico in Bergson a prescindere dal tema della corporeit�. Occorre, in proposito, prendere in esame il primo capitolo di Materia e memoria (1896), dove Bergson descrive con precisione il corpo. In generale, si pu� riassumere la tesi di Bergson alla maniera seguente: la materia � l�insieme delle immagini, �percepite quando apro i miei sensi, non percepite quando li chiudo� 3 . Bergson sostiene che l�immagine � provvista di un�esistenza, che tuttavia non pu� corrispondere, n� a ci� che un idealista 4 chiama una rappresentazione, n� a ci� che un realista 5 chiama una cosa. La concezione della materia di Bergson corrisponde a quella del senso comune 6 , e differisce sia dalle teorie dell�idealismo, sia 1 H. BERGSON, Il riso. Saggio sul significato del comico (1900), trad. it. a cura di A. CERVESATO e C. GALLO, Roma-Bari, Laterza 1999, p. 25. 2 Ibidem, p. 20. 3 H. BERGSON, Materia e memoria. Saggio sulla relazione tra il corpo e lo spirito (1896), trad. it. a cura di A. PESSINA, Roma-Bari, Laterza 1996, cit., p. 13. 4 Mathieu affermer� che l�idealista: �supponendo che le immagini non possono sussistere senza aderire a una coscienza, non � pi� in grado di spiegare come l�ordine del mondo sia, di fatto, indipendente dal nostro conoscere.� [V. MATHIEU, Il profondo e la sua espressione, Napoli, Guida 1971, p. 81]. 5 Mathieu osserver� che il realista: �� nel vero quando ammette un mondo indipendente dal nostro conoscere, si avvolge in difficolt� inestricabili quando vuole spiegare come questo mondo possa venir conosciuto: ma se egli ammettesse che la cosa in s� stessa coincide con l�immagine cosciente, ci� non accadrebbe.� [Ibidem]. 6 Voltaire affermava che il senso comune: �significa solo il buon senso, la ragione grezza, la ragione nel suo momento iniziale, la prima nozione delle cose ordinarie�

Anteprima della Tesi di Emanuele Francesconi

Anteprima della tesi: Intorno al concetto di comico in Henri Bergson, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Emanuele Francesconi Contatta »

Composta da 112 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 21495 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.