Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Didattica della globalizzazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 la povertà. In particolare l’ultimo incontro dell’ONU sull’ambiente a Johannesburg (26.8.02/04.09.02) sullo sviluppo sostenibile ha visto opposte esigenze: da un lato ridurre lo squilibrio di reddito tra sud e nord del mondo conseguenza di povertà fame e alta mortalità per epidemie legate alla malnutrizione, l’aumento di fondi pubblici destinati allo sviluppo, l’accesso al mercato dei Paesi ricchi per i PVS, la lotta alla criminalità e corruzione; dall’altro il rifiuto del Governo USA di intervenire apertamente ma solo proponendo alle Industrie private di investire nei PVS, il considerare lo sviluppo sostenibile esclusivamente da un punto di vista ecologico di salvaguardia dell’ambiente e non della diffusione della ricchezza. Tra gli sgravi fiscali già esistenti per chi liberamente offre donazioni a ONLUS che si occupano di Paesi sottosviluppati si aggiunge la proposta italiana di concederne altri a privati e aziende che devolvano 1% del valore degli acquisti a progetti di cooperazione e sviluppo e la valorizzazione delle colture autoctone (unica fonte di reddito per i PVS). Ciò appare solo un primo passo. Obiettivi come progetti di ricerche in campo medico per migliorare le qualità di vita dei Paesi poveri sono ancora in discussione

Anteprima della Tesi di Giangabri Coletta

Anteprima della tesi: Didattica della globalizzazione, Pagina 2

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Giangabri Coletta Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8464 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.