Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nascita ed evoluzione del concetto di Welfare State

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Il dibattito sulla natura e sull’essenza del Welfare State si completa con le schematizzazioni dei modelli di Welfare system fornite dai più importanti sociologi. Un passo ulteriore e decisivo nello studio di tale dibattito si compie nel capitolo successivo, il terzo. L’appassionante contrapposizione delle maggiori scuole di pensiero, il pluralismo, il marxismo e una recente e “alternativa” prospettiva, rivela tutta la complessità nell’interpretazione, a livello sociale, cosa sia il Welfare State. A ben vedere, quindi, i primi tre capitoli possono essere considerati “propedeutici” per il quarto, nucleo del mio lavoro. Dopo aver tentato di fare chiarezza sul Welfare State, questo diviene unico e indiscusso protagonista. È analizzato nella sua storia nei più importanti Paesi europei. La scelta di un’analisi di tipo comparata è indispensabile per fare luce sulla storia di tale dottrina economica e politica. La storia del Welfare State non può considerarsi, certamente, prerogativa di un unico Stato, di conseguenza ho deciso di prendere in considerazione i Paesi che maggiormente hanno offerto contributi all’evoluzione dello Stato Sociale. Ciò, tuttavia, ha comportato l’esclusione di molti Paesi. Tali

Anteprima della Tesi di Valerio Cappelletti

Anteprima della tesi: Nascita ed evoluzione del concetto di Welfare State, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Valerio Cappelletti Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 20004 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 43 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.