Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La costruzione sociale del knowledge management: opportunità ed ostacoli

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 comprendere ed intervenire su tale situazione vengano avanzate alcune teorie e rimedi reggendosi, questi pensieri e soluzioni, su elementi del contesto culturale accettati ed accettabili da parte del pubblico di esperti e profani. Tale è appunto la teoria che riconosce nelle risorse intangibili (competenze e conoscenze dell’organizzazione), il tesoro delle imprese. Questo risultato sarà pertanto l’esito d’una serie di eventi antecedenti che legittimano una strategia all’insegna dell’intangibilità come strumento per il successo. D’altra parte, però, si potranno anche generare, in questo stesso contesto ambientale, delle teorizzazioni che individuano in altri fattori le risorse necessarie alla sopravvivenza e prosperità dell’impresa. A titolo di esempio, si potrà ritenere di dover affrontare una realtà economica ipercompetitiva per mezzo del ritorno alla schiavitù, piuttosto che sfruttando la conoscenza organizzativa; ecco allora che siamo di fronte ad una ricombinazione degli elementi culturali in gioco non pertinente rispetto al contesto (essendo alcuni di tali elementi stessi tratti anche dal di fuori della situazione presente), e dunque attualmente illegittima ed inaccettabile. La prospettiva che riconosce alla conoscenza un ruolo cruciale nell’impresa contemporanea deriva quindi dall’interazione tra fattori di natura economica, culturale, sociale e politica, tra loro mescolati e legati da studiosi ed esperti in un modo che risulta essere innanzitutto socialmente e culturalmente ammissibile e tollerabile, in secondo luogo ed eventualmente, operativamente efficace. L’individuazione dei fattori chiave rispetto alla valorizzazione della conoscenza si volge pertanto all’analisi di un ampio spettro di campi sociali, qui ordinati in due categorie di fenomeni: economici e culturali. E’ qui necessaria un’ulteriore specificazione. Anzitutto, economia e cultura definiscono aree estremamente ampie e generiche, nonché interrelate. Nella realtà vi sono strette connessioni e reciproche influenze tra queste due sfere, le relazioni tra le quali sono attraversate trasversalmente dall’attività politica di Stati ed enti sovranazionali, attori dotati d’un forte impatto sulle suddette aree, ed in specie in quella economica. Come si specificherà oltre, al di sotto di tendenze economiche e culturali emergenti, stanno dunque anche decisioni politiche rilevanti, operazioni di attori istituzionali importanti, azioni di mobilitazione da parte di organi nazionali ed organismi trascendenti i confini degli Stati. Saranno dunque di seguito analizzate dapprima le tendenze socio-economiche principali della modernità avanzata, successivamente le tendenze più propriamente socio-culturali, limitatamente ai fenomeni effettivamente incidenti sulla attuale valorizzazione della conoscenza, intesa questa come risorsa cruciale delle organizzazioni. La categoria dei fattori socio-economici riconosciuti come fonti da cui è derivata l’attenzione rivolta alla conoscenza ricomprende una classe variegata di fenomeni, si discuterà pertanto in questa sede di una pluralità composita di eventi e processi. Nello specifico, questi sono: la globalizzazione e la multinazionalizzazione; l’alto ritmo del cambiamento della società contemporanea che produce un’elevata turbolenza ambientale; l’innovazione tecnologica, specialmente nei settori dell’informatica e delle telecomunicazioni; i prodotti knowledge-intensive; il cambiamento della

Anteprima della Tesi di Davide Nicolotti

Anteprima della tesi: La costruzione sociale del knowledge management: opportunità ed ostacoli, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Davide Nicolotti Contatta »

Composta da 534 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2397 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.