Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le a.u.s.l. profili di giurisprudenza contabile

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Così, per un verso, si è riservato alla legge il compito di organizzare l’apparato burocratico per le finalità dell’attività amministrativa, per l’altro, si è ribadito che la relazione dei funzionari e dei dipendenti con la pubblica amministrazione porta a precisi doveri nei confronti dell’intera collettività. Tornando all’art. 28, vengono precisati: a) i soggetti; b) i profili di responsabilità; c) la responsabilità diretta del soggetto pubblico e l’estensione della responsabilità allo Stato e agli enti pubblici. In dottrina si è posto il problema se si tratti di responsabilità diretta o indiretta. In generale la responsabilità della p.a. è diretta, dal momento che le persone fisiche che agiscono per essa, qualunque sia la mansione dei dipendenti, hanno un rapporto di immedesimazione organica con il proprio ente. L’art. 28 Cost. non ha quindi introdotto una forma di responsabilità indiretta dell’impiegato 1 1 (come ha sostenuto E. CASETTA, L’illecito degli enti pubblici, Torino, 1953, p. 293 e segg.), ma ha solo introdotto il nuovo principio per cui alla responsabilità diretta della p.a., viene aggiunta quella dei suoi dipendenti (cfr. P. VIRGA, Diritto amministrativo, I, p. 399 e segg.)

Anteprima della Tesi di Giorgio Manuti

Anteprima della tesi: Le a.u.s.l. profili di giurisprudenza contabile, Pagina 2

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Giorgio Manuti Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1789 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.