Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le a.u.s.l. profili di giurisprudenza contabile

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

sottrarsi. 4 L’ art. 28 della Costituzione, nell’affermare il principio generale per cui i funzionari ed i pubblici dipendenti sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili ed amministrative, degli atti compiuti in violazioni di diritti, aggiungendo che in tali casi la responsabilità civile si estende allo Stato e agli enti pubblici, si riferisce chiaramente ed esclusivamente alla responsabilità verso i soggetti privati danneggiati e non anche alla diversa responsabilità di carattere interno del funzionario od impiegato verso lo Stato o l’ente pubblico (Corte Costituzionale, 22 ottobre 1982, n. 164). Da ciò discende che la legge ordinaria può legittimamente disciplinare in modo differenziato per speciali categorie di soggetti o particolari situazioni, il grado di responsabilità patrimoniale interna (amministrativa o contabile) del funzionario e del dipendente pubblico verso lo Stato o l’ente pubblico, potendo anche limitare la responsabilità ai soli casi di dolo o colpa grave (a riguardo vedasi quanto disposto: art. 1 Legge 14 gennaio 1994 n. 20, come modificato dalla Legge 20 dicembre 1996 n. 639). 4 Tribunale di Napoli 21 gennaio 1970, in Giurisprudenza di merito 1971, ,pag. 317

Anteprima della Tesi di Giorgio Manuti

Anteprima della tesi: Le a.u.s.l. profili di giurisprudenza contabile, Pagina 6

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Giorgio Manuti Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1789 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.