Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nella 'idea' del gioco linguistico e del paradigma: Wittgenstein-Kuhn

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

come i prodotti naturali e incontestabili delle nostre sole percezioni e respin- giamo invece concetti differenti dai nostri come errori, radicati nell’ignoran- za e nella stupidità e perpetuati da una cieca obbedienza all’autorità. La no- stra educazione ci pone fra noi e il passato.[..] L’autorità degli scritti di Ari- stotele deriva in parte dall’acume delle sue idee originali, in parte dalla loro immensa portata e coerenza logica [..] (e soprattutto) dalla capacità di e- sprimere in forma sintetica ed armonica molte nozioni naturali dell’univer- so.” (RC pag 123). Qui direi proprio che Kuhn voglia farci notare come noi scienziati e non ci dimentichiamo spesso che molti dei concetti (ma una domanda, un problema, dubbio sono ‘primariamente’ dei concetti) in cui crediamo, cioè a cui diamo valore perché immanenti al nostro mondo, ci so- no stati fatti apprendere, anche forzatamente, nella nostra giovinezza attra- verso un processo pedagogico-funzionale al nostro mondo. E questa plurali- tà di concetti ci viene talmente ben inculcata che li accettiamo come prodotti naturali delle nostre percezioni, cioè come di ciò che si manifesta nel risulta- to del contatto dell’uomo con il mondo esterno, e a tal punto da farci respin- gere dei concetti differenti dal nostro semplicemente perchè errori radicati nell’ignoranza e nella stupidità. La nostra educazione, ossia il nostro modo di conoscere il mondo, si pone tra le nostre potenzialità creative e capacitive (nel senso di poter rispondere o almeno riconoscere un’anomalia che si pre- senta) ed il passato, ossia con il nostro sistema di valori trasmessici attraver- so un’educazione sempre più manualistica.”L’autorità degli scritti di Aristo- tele deriva”, secondo Kuhn, dalla capacità della teoria di rispondere, in ma- niera logica e coerente, agli interrogativi che si generano sincronicamente ad una data epoca su molti fenomeni naturali, strutturandosi in una ”forma sin- tetica ed armonica”. Molte volte, ad esempio, noi stessi reagiamo a degli sti-

Anteprima della Tesi di Stefano Cipriani

Anteprima della tesi: Nella 'idea' del gioco linguistico e del paradigma: Wittgenstein-Kuhn, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Stefano Cipriani Contatta »

Composta da 183 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4572 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.