Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo della logopedia nella riabilitazione del bambino autistico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I. AUTISMO - “Autismo: perdita del contatto con la realtà e costruzione di una vita interiore propria, che alla realtà viene anteposta". L'inventore di questa etichetta è Eugen Bleuler (Zurigo 1857 - 1939), psichiatra e psicanalista; collaborò con S. Freud e poi con C. G. Jung. Coniò anche il termine "schizofrenia", intendendo una psicosi dissociativa della personalità psichica con gravi disturbi della strutturazione del pensiero, della dinamica affettiva e dell'apprezzamento dei rapporti tra "Io" e ambiente circostante. Sostenne che la sindrome autistica si riscontrava generalmente in soggetti schizofrenici. Senza nulla togliere al merito di quegli studiosi che per primi fornirono all'uomo una chiave di accesso all'Io interiore, bisogna tuttavia riconoscere che da allora sono stati fatti grandi progressi nel campo della fisiologia, ed a tante patologie, che in quell'epoca rientravano nel campo psicoanalitico, sono oggi state riconosciute origini fisiologiche. Una per tutte: l'Epilessia, che è causata da una lesione cerebrale. 1 Successivamente, le trattazioni dell’Autismo infantile continuano con Leo Kanner e con Hans Asperger che, rispettivamente nel 1943 e nel 1944, furono i primi a dare una descrizione accurata del disturbo distinguendolo per la prima volta dalla schizofrenia. Per caratterizzare il disturbo entrambi scelsero il termine “Autismo” (dal greco autòs che significa sé) perché così il grande psichiatra Eugene Bleuler nel 1911 definiva il disturbo fondamentale della schizofrenia con caratteristiche di chiusura talmente estreme da escludere qualsiasi cosa eccetto il proprio sé. 2 Come molti disturbi psichiatrici, l’Autismo non è un fenomeno moderno, è solo stato riconosciuto da Kanner e Asperger, e successivamente, solo in tempi recenti, ne è stata anche certificata la natura biologica (e non psicodinamica). 1 Appunti su Internet di Patrizio e Paola Serges, genitori di un bambino autistico (Roma) 2 U.Frith, p.5-10

Anteprima della Tesi di Liviana Jatta

Anteprima della tesi: Il ruolo della logopedia nella riabilitazione del bambino autistico, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Liviana Jatta Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 29659 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 51 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.