Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La politica per l'impresa turistica nell'economia europea tra innovazione tecnologica e nuove professionalità

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

L’IMPRESA TURISTICA NELL’ECONOMIA EUROPEA 1.1. La politica comunitaria per la competitività dell’impresa europea Nei primi anni Novanta, i Paesi membri dell’Unione Europea hanno affrontato, in nome dell’unificazione europea ed a causa di un rallentamento nella crescita 1 , molteplici sacrifici che hanno risolto soltanto parzialmente le disparità economiche e sociali tra le nazioni 2 . L’esigenza di stabilizzare sia i tassi di inflazione, di interesse e di cambio, sia il rapporto fra debito pubblico e PIL ha imposto cambiamenti strutturali nelle politiche macroeconomiche: per rispettare i parametri stabiliti dal Trattato Maastricht 3 , i Governi (come ad esempio quello italiano) sono stati chiamati ad attuare cospicui tagli alla spesa pubblica e radicali riforme, con evidenti ripercussioni sugli strati più deboli e disagiati della popolazione (Fig. 1). 1 Durante gli anni 1990-1996, la crescita media del PIL nella Comunità Europea è stata soltanto dell’1,5%, valore inferiore a quello realizzato nella seconda metà degli anni Ottanta (3,3%) e durante gli anni 1974-1985 (2%). 2 Tutti gli indicatori macroeconomici hanno registrato anche dopo il 1995 lo stesso andamento dei primi anni Novanta, per cui è risultato evidente che dalla firma del Trattato di Maastricht il tasso di disoccupazione non è diminuito a sufficienza; il tenore di vita non è migliorato; la crescita economica si è arrestata; lo Stato sociale ha accusato una nuova crisi di identità. 3 Per raggiungere gli obiettivi fissati dall’Unione Europea è stato stabilito che, ciascun Paese, deve tenere conto dei seguenti parametri: il debito pubblico non deve superare il 60% del Prodotto Interno Lordo; il disavanzo effettivo o programmato non deve superare il 3% del PIL; il tasso di inflazione non deve superare dell’1,5% l’indice medio dei prezzi dei tre paesi con il tasso più basso; i tassi di interesse nominale sui titoli pubblici a lungo termine non devono superare di due punti percentuali la media dei tre migliori tassi registrati nei Paesi membri (Tsoukalis, 1997, pp. 216-217).

Anteprima della Tesi di Nunzio Siani

Anteprima della tesi: La politica per l'impresa turistica nell'economia europea tra innovazione tecnologica e nuove professionalità, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Nunzio Siani Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2472 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.