Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La reintroduzione del gipeto (Gypaetus Barbatus) sulle Alpi. Analisi del comportamento al nido e dopo l'involo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

• Immaturo (1-3 anni): caratterizzato dal profilo irregolare delle ali dovuto alla minor lunghezza delle nuove penne. La colorazione del piumaggio è simile a quella del giovane; con membrana oculare rosso-arancio, iride marrone-rossiccia e tarsi grigio piombo. • Immaturo (3-5 anni): in questo periodo si completa la prima muta delle penne delle ali e l’uccello presenta già il profilo dell’adulto. La testa è nera, sulle ali si osserva un netto contrasto fra le penne remiganti più scu- re e le penne copritrici più chiare. • Subadulto: (5-7 anni): la livrea è simile a quella dell’adulto, con la pre- senza però di penne scure sul collo chiaro ed altre chiare tra le copritrici alari. • Adulto (7 anni): evidente il contrasto tra le parti inferiori del corpo e la testa molto chiare e le parti superiori grigio-ardesia; intorno all’occhio sono presenti due bande nere che si prolungano fino al becco e danno ori- gine a due ciuffi di penne filiformi che costituiscono la tipica “barba”. L’iride è bianca e l’occhio è circondato da una membrana rossa, che di- venta particolarmente evidente nei momenti d’eccitazione.

Anteprima della Tesi di Michelangelo Vernice

Anteprima della tesi: La reintroduzione del gipeto (Gypaetus Barbatus) sulle Alpi. Analisi del comportamento al nido e dopo l'involo, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Michelangelo Vernice Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1369 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.