Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lèon Daudet: nazionalismo integrale e polemica antidemocratica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

con vera emozione questo oracolo tozzo, dagli occhi blu, dalla barba bianca. Egli articolò distintamente queste parole: ‘La terra mi chiama’ che mi sembrarono avere una grande portata, un senso misterioso. [….] C’era nel suo atteggiamento, una nobiltà molto commovente, unita, non so ancora perché, a qualcosa di burlesco, che ho ritrovato in seguito nella sua opera e che derivava forse dalla troppo alta considerazione che aveva del suo ruolo quaggiù” 21 . Nel salotto di Victor Hugo dominava la politica repubblicana sotto la guida di Edouard Lockroy, suo genero, che sedeva come deputato � la gauche de la chambre, sostenuto in questo da Léon Gambetta, da Jules Simon, da Victor Schoelcher e da tanti altri 22 . Nella vicina casa dei Ménard-Dorian la padrona, M.me Aline, teneva un salotto frequentato dagli stessi habitu�s du salon Hugo, le cui idee erano fedelmente repubblicane ma più vicine alla religione protestante: qui Léon poteva incontrare Georges Clemenceau e tutti i più bei nomi della letteratura, dell’arte e della politica repubblicana 23 . Dai genitori e dalle loro frequentazioni dunque il piccolo Léon aveva assimilato un amore viscerale per la Terza Repubblica, così che nulla avrebbe fatto sospettare in lui il futuro polemista antidemocratico e monarchico. La nuova generazione, quella dei romanzieri chiamati realisti, aveva il suo punto di riferimento in rue de Grenelle presso l’editore Georges Charpentier 24 . Il rapporto fra l’editore ed i suoi autori non 21 L. Daudet, Fant�mes et vivants, cit., pp. 12-13. 22 Ivi, pp. 15 e segg. 23 Cfr. Un salon r�publicain protestant, in Fant�mes et vivants, cit., pp. 20-24. 24 Cfr. ivi, pp. 24-30.

Anteprima della Tesi di Paola Vagnoli

Anteprima della tesi: Lèon Daudet: nazionalismo integrale e polemica antidemocratica, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Paola Vagnoli Contatta »

Composta da 350 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1325 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.