Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Stephen Toulmin ''neo-umanista'': scienza, etica e retorica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

L'essere fermamente convinto che ogni campo dell'ingegno umano, ogni impresa intellettuale – dalla fisica alla giurisprudenza, dall'etica alla medicina – possiede propri standard razionali, proprie procedure argomentative varianti nel tempo, spinse Toulmin a rivalutare la retorica, ossia l'"arte" di presentare in pubblico argomentazioni acconce alla situazione, al tipo di problema dibattuto, all'uditorio – al contesto insomma – in modo da risultare persuasive. Non che il nostro filosofo si faccia promotore di una nuova "sofistica", attraverso la quale riuscire a giustificare relativisticamente tutto e il contrario di tutto; Toulmin si sente piuttosto affine all'ideale della phronesis aristotelica, un tipo di saggezza pratica in cui ciò che è "ragionevole" fare in ogni circostanza dipende dalle circostanze stesse: una "terza via" per la ragione umana, svincolata dalle cristallizzazioni metastoriche della logica formale e comunque non compromessa col relativismo irrazionalistico. Una simile concezione pratica della razionalità per Toulmin si rende necessaria se vogliamo fronteggiare efficacemente le sfide etiche del mondo contemporaneo, soprattutto quelle provenienti dall'ambito biomedico, in cui i continui progressi tecnico-scientifici costringono a profondi ripensamenti su cosa si intenda per salute, cura, vita umana stessa. A questi interrogativi Toulmin afferma che non si può rispondere continuando a lasciarci tiranneggiare da principi etici teorici, astratti, concepiti in una cornice storica diversa da quella attuale; bisogna, piuttosto, prendere a modello la medicina clinica, un'"arte" pratica prima ancora che una disciplina teorica, in cui qualsiasi responso diagnostico, prognostico o terapeutico non è il

Anteprima della Tesi di Fabrizio Moneti

Anteprima della tesi: Stephen Toulmin ''neo-umanista'': scienza, etica e retorica, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Fabrizio Moneti Contatta »

Composta da 138 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2861 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.