Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La multiproprietà: comparazione tra il diritto italiano ed il diritto spagnolo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

La peculiarità di questa figura consisteva e consiste nel fatto che con la destinazione a vincolo alberghiero dell’immobile, la struttura alberghiera, anche se frazionata in quote di multiproprietà, continua ad essere caratterizzata da una gestione unitaria e a mantenere il requisito essenziale della “apertura al pubblico”. All’acquirente è attribuito soltanto un “diritto di prenotazione”, il cui esercizio assicura l’utilizzo della camera d’albergo nel periodo riservato, contro il pagamento di una tariffa ridotta rispetto a quella praticata al pubblico. La connessione tra multiproprietà e servizi alberghieri è da individuare nella possibilità di riutilizzare, in una nuova forma giuridica, edifici già destinati ad attività alberghiera. Ciò rappresentava nel contempo un ottimo investimento ed una forma di conservazione e valorizzazione del patrimonio edilizio alberghiero che avrebbe altrimenti rischiato l’abbandono a causa degli alti costi di esercizio divenuti intollerabili in seguito alla globale riduzione dei periodi di soggiorno. 3 3 G. Tassoni, I diritti a tempo parziale sui beni immobili (un contributo allo studio della multiproprietà), Padova, 1999, pag. 46

Anteprima della Tesi di Giuseppe Scassa

Anteprima della tesi: La multiproprietà: comparazione tra il diritto italiano ed il diritto spagnolo, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giuseppe Scassa Contatta »

Composta da 173 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4535 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.