Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli di routing e scheduling per il trasporto di merci pericolose

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Cap. I – Stato dell’arte nello studio del trasporto di merci pericolose Ad ogni modo, nessuno di questi studi considera esplicitamente il livello di incertezza indotto dalla costruzione di una misura del rischio e l’analisi di Abkovitz e Cheng [15] collassa il suo insieme di misure di rischio ad un singolo criterio usando dei fattori moltiplicativi pesanti l’importanza relativa di ciascuna misura. In molti studi si presta notevole attenzione a quei particolari tratti stradali (ponti e gallerie) che possono rappresentare fonti di aumento del rischio. Ad esempio Considine [17] ha stimato la frequenza degli incidenti e l’ampiezza delle conseguenze associate al trasporto di vari classi di materiali con i camion attraverso i tunnel. Egli ha incentrato la sua analisi su sei tipi di eventi potenzialmente verificabili: ™ rilascio di sostanze corrosive o tossiche, ™ rilascio di sostanze liquide infiammabili, ™ rilascio di gas liquefatti, ™ rilascio di gas tossici, ™ rilascio di gas asfissianti ™ esplosioni di materiali in fase solida. Per ogni tipo di evento, furono stimate le probabilità di superare le soglie di 1, 10 o 100 decessi in modo da creare una serie di punti di riferimento in un profilo di rischio.

Anteprima della Tesi di Emilio Alfredo Lapiello

Anteprima della tesi: Modelli di routing e scheduling per il trasporto di merci pericolose, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Emilio Alfredo Lapiello Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2752 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.